Campionato Mondiale Enduro – 1a prova-

 

Ponts (Spagna), 02-03 Aprile 2011

La stagione Iridata 2011 è ufficialmente iniziata come da tradizione in terra iberica, quest'anno è toccato alla spagna organizzare la prima prova del EWC, Enduro World Championship. Come di consueto in spagna si inizia a fare subito sul serio, e come preannunciato la gara è stata all'altezza di un mondiale, con prove speciali lunghe ed impegnative, e un trasferimento che non lasciava molto da respirare, visti anche gli anticipi ai controlli orari in media di 3 o 4 minuti. Giusto il tempo di fare benzina, pulire gli occhiali e via. Nello specifico c'erano un Enduro test di quasi 8 minuti molto bello, abbastanza scorrevole con passaggi stretti e veloci, qualche pietraia, alcuni strappi in salita...veramente bello e vario, un Cross test anch'esso da 8 minuti su un grande campo lavorato e morbido, ed una estrema veramente impegnativa, ricavata da un sentiero naturale in salita, ricco di pietroni da scavalcare, circa tre minuti da togliere il fiato!Ma veniamo al racconto delle mie giornate di gara:

1° Giorno: Dopo il classico prologo del Venerdì sera, molto bello, ricavato sfruttando una pista da cross a ridosso del paese, dove ho fatto registrare un discreto tempo, il primo giro del sabato ho iniziato un po' in sordina, non volevo strafare per prendere le misure con il ritmo di gara molto tirato, purtroppo già dal secondo giro ho accusato problemi con la carburazione della mia moto, ma nulla di grave, solo un fastidio che, soprattutto nel cross test, dove si dovevano “sfoggiare i cavalli”, mi limitava leggermente. A fine giornata 11°, un po' deluso visto che dal sesto a me non vi erano più di trenta secondi!

2° Giorno: Sono partito molto più motivato, determinato a migliorare la prestazione del sabato, ed infatti alla prime speciali ho fatto buoni tempi, occupavo circa la settima posizione. Poi con l'alzarsi delle temperature sono tornati i problemi tecnici. Purtroppo mi sono innervosito e per cercare di forzare il ritmo ho commesso molti errori, cadendo addirittura tre volte in una speciale. Ad ogni modo ho concluso al 9° posto la seconda giornata, quindi un buon miglioramento direi.

Il resoconto di questo primo importante appuntamento lo giudicherei costruttivo. Una gara di Campionato del Mondo è il miglior banco di prova per moto e pilota. Dopo questa prima gara abbiamo raccolto molte informazioni utili per migliorare la moto, che di per sé va gia molto bene, ma con i giusti accorgimenti può diventare molto competitiva. Assieme alla mia squadra è stata presa la sofferta decisione di non proseguire la trasfera iberica per il GP del Portogallo per concentrarsi meglio sullo sviluppo della moto, dirottare gli sforzi sul Campionato Europeo ma essere presenti per la terza prova di Mondiale in Italia. Abbiamo un mese di tempo da sfruttare a pieno. L' 8 Maggio parte dall Polonia il Campionato Europeo, e lì si va con buone ambizioni.

Un saluto.

 

Maurizio Micheluz

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com