Campionato Europeo Enduro – 2a prova-

Comanesti (Romania), 04-05 Giugno 2011

Nel cuore dei Carpazi, in una piccola cittadina della Romania si è svolta questo week-end la seconda prova di Campionato Europeo Enduro, un paradiso per i fuoristradisti, tra montagne di boschi, prati e strade impervie. Fortunatamente la gara è stata accompagnata in entrambi i giorni da un caldo sole, la gara di per sé era all'altezza di una prova iridata, ed anche se l'organizzazione probabilmente non è stata delle migliori, non ci sono stati problemi. Tre le prove speciali, tra le quali un enduro test molto lungo, quasi undici minuti dove si passava da tratti molto tecnici ed impegnativi a rettilinei mozzafiato. C'erano poi un bel cross test su un prato con molti sali scendi ed un xtreme test artificiale a ridosso del paddock.

Ma veniamo al racconto delle mie giornate di gara:

1° Giorno: la mia giornata è iniziata nel migliore dei modi, facendo il miglior tempo assoluto nella prima prova speciale, dopodichè sono iniziati alcuni problemini tecnici che non mi hanno permesso di esprimermi nel migliore dei modi, per iniziare del fango si è infiltrato nelle boccole della forcella pregiudicandone il funzionamento, dopo averle prontamente sostituite, i paraolio hanno ceduto e il fluido che fuoriusciva andava a sporcare il disco del freno anteriore. Tutto sommato ho mantenuto un buon ritmo di gara e a fine giornata ho terminato in seconda posizione assoluta, ed anche di categoria per soli due secondi. Un vero peccato.

2° Giorno: ero più che determinato nel fare meglio del giorno precedente. Ma purtroppo, il freno anteriore ancora non perfettamente funzionante mi ha fatto fare un errore proprio nel tratto di fiume dell'enduro test, cadendo giusto nell'acqua. Con i guanti fradici ho proseguito, ma proprio per la poca sensibilità nell'afferrare il manubrio sono caduto nuovamente. Sono uscito dalla prova speciale che ero furioso, visto che malgrado tutto il mio rivale mi ha preceduto di soli una quindicina di secondi. Poco male , ero convinto di poter ancora recuperare, ma al secondo giro, sempre nell'enduro test, poco dopo la partenza, nell'urtare contro un ceppo all'interno di un canale, ho piegato la leva del cambio. Costringendomi a scomode acrobazie per poter cambiare marcia, ma perdendo parecchio tempo, ho terminato la prova comunque con un tempo discreto, ma aumentando il mio distacco dalla vetta della classifica. A fine giornata non sono riuscito a colmare il gap, terminando così ancora una volta in seconda posizione di classe, sesto in assoluta.

Fortunatamente i miei rivali si sono alternati nel precedrmi, in tal modo sono comunque riuscito a portare a casa il miglior punteggio, vincendo così la tappa rumena. Sempre nella somma delle due giornate ho terminato in seconda posizione assoluta, in questa maniera ora sono in testa al Campionato per quel che riguarda la categoria e in seconda posizione nell' assoluta. Ora ci sarà una pausa per questo campionato, che riprenderà con l'ultima prova di tre giornate di gara in Francia, a metà Settembre. Sono fiducioso e voglio essere preparato al meglio per conquistare il titolo continentale. Ora il prossimo appuntamento ufficiale è per il 16-17 Luglio, a Casazza (BG) per la quarta prova di Campionato Italiano Enduro.

Un saluto

Maurizio Micheluz

 

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com