Campionato Europeo Enduro – Ogre (Lettonia) – 28/29 Luglio 2012

Eccoci per il secondo appuntamento della trasferta baltica. La carovana del campionato europeo si sposta dalla vicina Estonia a 160 km a sud, a Ogre, piccola cittadina non molto distante da Riga. Tre belle prove speciali che malgrado non ricalcassero i classici canoni della zona, hanno comunque rivelato numerose insidie nascoste. Il Cross test veloce, sabbioso e con molti salti si è scavato moltissimo e all'ultimo giro c'erano delle buche enormi che non lasciavano spazio a cali di concentrazione. Poi c'erano altri due Enduro test, uno sempre su terreno sabbioso ma non eccessivamente morbido, l'altro invece in una cava di pietra che alternava tratti sabbiosi ad altri su pietre rese viscide da continui attraversamenti su rigoli d'acqua. Il tutto per tre giri sia al Sabato che alla Domenica.

Giorno 1: Giornata senza grossi acuti, già dalle prime prove speciali ho capito che poco potevo fare contro un Aigar Leok veramente imprendibile sui suoi terreni preferiti. In più al primo giro, giusto prima di entrare nell'Enduro test ho rotto il supporto pinza del freno anteriore per un contatto con una ceppo e ho dovuto correre senza freno per una speciale ed un intero Controllo Orario. Sistemato il danno ho proseguito la mia gara distaccando tranquillamente i miei avversari di classifica Gritti e Karlsson. Sesto nella classifica Assoluta.

Giorno 2: Sono partito con la convinzione di potermi migliorare nella classifica assoluta, senza chiaramente rischiare, e ho provato ad impensierire il mattatore di questa gara Leok, in testa dall'inizio alla fine. In più di un' occasione sono riuscito a precederlo ed era il mio obiettivo. Così facendo ho nuovamente preceduto i miei rivali di classifica, e sono riuscito a terminare in seconda posizione Assoluta. Peccato solo per una caduta nel penultimo Ensduro test all'ultimo giro che avrebbe potuto pregiudicare tutto, ma fortunatamente ho mantenuto la mia posizione. Secondo della classe E3dunque e secondo assoluto.

IL PODIO DELLA "OVERALL"

 

 

Dopo la gara dell'Estonia, che non mi aveva pienamente soddisfatto, ecco finalmente un risultato che, malgrado un imprendibile Leok, mi ha fatto brillare anche a livello assoluto in terreni non propriamente adatti al mio stile. Ora nella classifica della E3 sono ampiamente in testa con una ventina di punti sullo svedese Karlsson e trenta su Gritti. Leok è fuori dai giochi, non avendo partecipato al round iniziale in Italia. Ora poco tempo per rimprendersi dalle fatiche di questa trasferta perchè il 17/18 e 19 Agosto si corre la finale di questo campionato in Slovacchia, per due giorni di Enduro, ed il terzo giorno finale in manche da cross.

A presto.

Maurizio Micheluz

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com