Campionato Europeo Enduro S.Margherita Staffora- PV (Italia) –

28/29 Giugno 2014

 

Tocca all'Italia ospitare il terzo Round del Campionato Europeo Enduro, e prescisamente a Santa Margerita di Staffora, piccola località dell' oltrepò pavese incastonata nella splendida cornice dell'appennino, con dei bellissimi scenari per l'enduro. Ottima l'organizzazione della gara che ha saputo allestire una bella gara, con tre valide prove speciali. Si iniziava dall' xtreme test nel letto di un torrente proprio a ridosso del paddock,poi si passava al cross test tracciato in un prato di montagna ed infine c'era l' enduro test che rappresentava forse il clou della gara, otto km di prova speciale veloce e scorrevole che durava oltre i dieci minuti, tre giri al giorno. Numerosi acquazzoni hanno colpito i giorni precedenti la gara, al Sabato i primi due giri erano parecchi fangosi ma il bel tempo ci ha accompagnato per tutta la giornata e al terzo giro il terreno attaccava. La Domenica è filato tutto liscio a parte l'ultimo enduro test, quando ha iniziato a piovere all'arrivo dei primi piloti. Di seguito la mia gara:


Giorno 1: Inizio in salita, con un errore di traiettoria nella prova xtreme che mi faceva perdere una decina di secondi e già i miei rivali ne approfittano, nel cross test prendo un po' le misure e dopo due speciali mi trovavo ad inseguire i miei rivali Rowland e Rossè di una manciata di secondi. Ma nell'enduro test attacco, rifilo circa venti secondi ad entrambi e mi porto in vantaggio. Non brillavo particolarmente nell' xtreme test, ma nella prova di cross e di enduro continuavo a guadagnare terreno e a fine giornata ho vinto in maniera abbastanza tranquilla con circa 45 secondi di vantaggio sullo svizzero Rossè. Secondo nella classifica assoluta, dietro l'inglese Sagar.


Giorno 2: Il terreno aveva asciugato bene e mi sentivo in grado di attaccare. Malgrado un inizio un po' in salita, dove nella prova estrema faticavo leggermente soprattutto al primo passaggio, dopo la prova di enduro alla fine del primo giro ero gia in testa con un discreto margine sui miei avversari. Ho continuato la mia corsa guadagnando in tutte le prove speciali sino all'ultimo giro quando ho dato uno sguardo anche alla classifica assoluta dove mi trovavo in testa con pochi secondi di vantaggio sul mio connazionale Cerutti, particolarmente in forma qui in Italia. Poco prima che entrassi nell'ultimo enduro ha iniziato a piovere molto forte e quindi sapevo che avrei dovuto attaccare, perchè in queste condizioni è facile perdere parecchi secondi, sono partito forte, e malgrado a metà della prova sia anche caduto, ho comunque guadagnato altri secondi e ho così vinto anche la classifica Assoluta.


Il mio obiettivo qui nella prova in Italia era di prendere il largo nella classifica di Campionato. Obiettivo centrato alla grande, anche perchè il mio avversario che insegua ha terminato terzo in entrambe le giornate e quindi ho guadagnato ancora più punti di quanti speravo. Ora dopo 6 giornate a punteggio pieno mi trovo con 24 punti di vantaggio sull' inglese Rowland e 35 sullo svizzero Rossè. Mancano solo le ultime due giornate in Repubblica Ceca il 6 e 7 Settembre. Possiamo quindi ben sperare. Grazie al lavoro svolto ultimamente con il mio team Rogo Racing con le ultime evoluzioni tecniche al mio mezzo sento che posso fidarmi ancora di più della mia moto e quindi guardo avanti con fiducia a prossimi impegni. I prossimi appuntamenti ora sono la quarta prova di Campionato Italiano a Pederobba (TV), il 20 Luglio, ma da ricordare anche il GP d'Italia che quest'anno si corre a Lumezzane, il 2 e 3 Agosto.

A Presto.


Maurizio Micheluz

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com