Campionato Mondiale Enduro - Gp Italy - 2/3 Agosto 2014

Il GP d' Italia 2014 saraà ricordato da tutti per vari motivi. In primis la location, Lumezzane una cittadina incastonata tra la Val Trompia e la Val Sabbia, patria di campioni dell'enduro e teatro delle gare più belle della storia dell'enduro, a cominciare dalla Six Days del 1997, per poi proseguire con le varie edizioni della Xtreme Lumezzane. Ormai i nomi dei passaggi famosi della gara sono conosciuti da tutti, il Passo del Cavallo, il Sentiero dello Stambecco, il Sentiero delle Capre, la 'fogna', la 'madonnina', etc.. Nomi che a sentirli fan venire i brividi perchè da pilota che ha corso tutte le edizioni di questa gara sin dal 2002 evocano passaggi di gara difficili, infernali, ma gloriosi. In un contesto simile non poteva mancare un pubblico degno delle grandi occasioni. Da pilota vi posso assicurare che in alcuni passaggi mi veniva la pelle d'oca a sentire il tifo. Il tracciato di gara è stato di quelli tosti, un Enduro test da circa dieci minuti che in gran partepercorreva un torrente in salita con pietraie e passaggi tecnici, il Cross test da circa 7 minuti era tracciato su diversi piccoli prati, uniti da passaggi su di fangoso ruscello, l' Xtreme test da circa 3 minuti sfruttava una piccola zona boschiva proprio in centro al paese e presentava ripidi saliscendi molto difficili. Il tutto unito da un trasferimento impegnativo, ricco di passaggi quasi trialistici e da un Controllo Orario 'tirato' da 28 minuti a scalare fino a 25, molto difficile direi e che ha mietuto parecchie vittime. Il meteo è stato clemente al Sabato quando ha iniziato a piovere solo all'ultima prova speciale, mentre la Domenica ha piovuto copiosamente per tutto il primo giro ed ha reso la gara ancora più difficile e scivolosa. Di seguito il racconto della mia gara.

Day1: Sono partito abbastanza male, con una caduta già nella prima prova speciale, l'Enduro test, per poi ripetermi anche nel secondo giro, perdendo parecchi secondi. Purtroppo non soffrivo leggermente nell Enduro test dove non sono riuscito a fare tempi decenti e così il recupero è stato difficile, nopn riuscendo a concludere oltre la decima posizione.

Day2: L'abbondante pioggia che cadeva copiosa durante la partenza non mi dava un grande entusiasmo, ma la voglia di riscattare la opaca prestazione del Sabato non mi ha demoralizzato. Pur soffrendo ancora nella prova di Enduro, nella prova di Cross e in quella Estrema, rese difficili dal fango, ho fatto dei tempi buoni, ma sapevo che anche il C.O. tirato sarebbe diventato determinante per una gara così difficile, e sono stato molto attento a non commettere errori proprio in quel settore, riuscendo a non prendere penalità di ritardo in nessun giro, a differenza di molti altri. Cosiì a fine giornata ho concluso con un buon sesto posto.

Soddisfatto a metà quindi per questo GP d'Italia. Al Sabato non ho brillato, alla Domenica ho migliorato i tempi perlomento nel Cross e nell'Xtreme test, però grazie all'esperienza ed alla buona preparazione fisica che ho svolto sono riuscito a portare a casa un buon risultato. Ora circa un mese di pausa dalle gare, ma non per gli allenamenti visto che poi si riprende a pieno ritmo con l'ultima prova di Campionato Europeo in Repubblica Ceca il primo week di Settembre, e poi a seguire GP di Francia e Assoluti D'italia.

Xtreme Lumezzane.

Come di consueto a questa gara, i migliori dell'assoluta di giornata partecipano ad una prova spettacolo in notturna, che consiste in una prova speciale da ripetersi tre volte, con gran finale su 'Dente del Diavolo', una salita che solo a vederla a piedi mette i brividi e dove la 'compagnia della sinta' è fondamentale, munita di corde e uncini per agganciare le moto , ed i piloti, che non riecono a salire . Una festa ed uno spettacolo impareggiabili, per il luogo, una vallata che funge palcoscenico naturale, e dal sempre presente pubblico incredibilmente caloroso. Chi non è mai stato non può capire. Comunque ho partecipato anche questo evento, ho avuto qualche difficoltà nel superare il 'dente', ma ce l'ho fatta.

Maurizio Micheluz


 

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com