Campionato Italiano Enduro

Lignano Sabbiadoro (UD) 21/22 Febbraio 2015

La prima prova degli Assoluti d’Italia si è svolta a Lignano Sabbiadoro (UD) riaprendo le danze con due giornate da gara sulla sabbia. Un inizio un po’ atipico, con cinque giri su due prove speciali dove il tracciato era quasi privo di trasferimento e quindi la concentrazione è stata tutta puntata sui risultati delle prove speciali. Il Cross Test si è trascorso nei pressi del Luna Park con un percorso di circa 7 minuti. L’Enduro Test disegnato interamente sulla spiaggia sotto la Terrazza Mare di circa 11 minuti.

Altra novità, ma solo per questa occasione, la fase notturna, valevole come prova speciale per la giornata di Domenica, ha preso inizio alle 19h fino alle 22h dove ha fatto scendere in campo 15 batterie con partenza al cancelletto, tipo motocross, dove i piloti si sono sfidati in manche da sei giri nella prova estrema sulla spiaggia sotto Terrazza Mare. A rendere questa speciale particolarmente spettacolare sono state le zone create con ostacoli di sassi e tronchi. Questa prova speciale ha avuto un grande successo con oltre 3000 persone presente per godersi i passaggi dei vari piloti.

Le parole di Maurizio; “Questa era la mia prima gara in sella alla mia nuova moto Husqvarna 250, era una gara che si annunciava già per me molto difficile già che correre sulla sabbia non è il terreno con il quale mi sento a mio agio. Ho dovuto lottare parecchio, dato che nella classe E1 la concorrenza quest’anno è molto agguerrita, ce l’ho messa tutta e comunque i distacchi non sono incolmabili. La lunga speciale sulla sabbia della spiaggia è risultata particolarmente impegnativa, e mentre in quella su terreno un po’ più consistente andavo decisamente meglio. In questa gara mancava un po’ la componente enduristica e quindi dà dei riferimenti che come inizio stagione, possono sicuramente cambiare. Ho chiuso entrambe le giornate di gara in 5° posizione della E1e nella classifica assoluta 18°.”

Sicuramente un risultato un po’ sottotono rispetto alle aspettative, ma dalle prossime gare si torna ad un Enduro tradizionale.

Al termine della gara, Domenica pomeriggio i più temerari si sono sfidati nella “Lignano Beach Race”, un evento a parte, che non aveva a che vedere con il Campionato Italiano Enduro, ma voluto espressamente dal motoclub organizzatore per creare ancora più spettacolo sulla spiaggia di Lignano. Viste le fatiche dei due giorni di gara non molti si sono cimentati nella due ore marathon sulle terribili buche del tracciato. Le parole di Maurizio: “ Non potevo tirarmi indietro, per il pubblico e gli amici venuti a vedermi e anche per il Motoclub Sabbiadoro che ha organizzato questo splendido evento. Ero stanchissimo ma malgrado tutto ho condotto una gara regolare e senza errori, terminando in seconda posizione assoluta e primo di classe. Niente male per me che correvo con una piccola 250 4t.”

Prossima appuntamento per la campionato tricolore all’Isola d’Alba -  Portoferraio – Domenica 8 Marzo 2015

A Presto.

Maurizio Micheluz

 

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com