3a prova Campionato Italiano Enduro Assoluti – 21/22 Marzo 2015 – Spoleto (PG)

Terzo atto per il Campionato Italiano Assoluti in Umbria, nella splendida città di Spoleto per una due giorni di gara di vero Enduro, 4 giri al Sabato e 3 la Domenica, tre prove speciali al giro e un controllo “tirato” da 14 minuti per ravvivare gli animi. La prima prova speciale da affrontare è stata l'Enduro test, 10 minuti che si snodavano inizialmente nel greto di un torrente per poi passare in dei tecnici sentieri nel bosco. Poco dopo la prova di Enduro si transitava nel controllo orario tirato, bello e guidato e tipicamente enduristico dove con un buon passo si arrivava nel proprio minuto. Si passava poi nel Cross test, uno bel prato con contro pendenze e ripidi saliscendi. Il giro terminava con la prova Estrema, ricavata nel greto di un torrente con ripidi passaggi e tratti di ostacoli artificiali come tronchi e pietre. Tutto è filato liscio al Sabato con un tempo soleggiato e primaverile, al contrario la Domenica ha piovuto per tutta la giornata, rendendo le prove speciali particolarmente insidiose e costringendo gli organizzatori a fare dei tagli di percorso perchè diventati impraticabili.

 

Le parole di Maurizio riguardo la sua gara: “direi che è sicuramente andata meglio rispetto ai due appuntamenti di inizio stagione, sono partito molto bene al Sabato, e mi sono trovato in testa alla gara fino alla fine dell’ultimo giro, quando nella prova di Enduro ho commesso alcuni errori e un Simone Albergoni in gran forma ne ha approfittato riuscendo a guadagnare un vantaggio di una ventina di secondi, amministrati poi nelle restanti due prove speciali. La Domenica la pioggia ha complicato un po' le cose. Sono partito subito male con una caduta nell'Enduro test, ma poi ho recuperato facendo attenzione a non cadere nelle trappole create dalle difficili condizioni, ho battagliato fino all'ultima speciale per il podio, ma all'ultimo giro sono stato condizionato da una distorsione alla caviglia avvenuta senza nemmeno cadere nell'ultimo Enduro test, in più, una caduta nell'ultima prova Estrema ha definitivamente spento ogni speranza ed il podio è sfumato per appena 11 secondi e ho terminato in quarta posizione. Sono comunque soddisfatto perché ho preso la giusta direzione per migliorare il feeling con la mia Husqvarna, ed in questo breve periodo di pausa sicuramente avrò un po' di tempo per far ulteriori progressi”.

Il bollettino medico ha fortunatamente scongiurato complicazioni alla caviglia, e con una settimana di riposo tutto dovrebbe tornare alla normalità.

Il prossimo importante appuntamento sarà l'11 e 12 Aprile, con il primo round del Campionato Europeo in Italia, a Cantalice poco lontano da Rieti. Nel frattempo Sabato 4 Aprile ci sarà una manifestazione Marathon su sabbia, 2 ore di gara che ricalcheranno il format di Lignano nella manifestazione di fine Febbraio. In questa occasione correrò sempre con una Husqvarna FE500 messa a disposizione sempre della concessionaria H Center di Conegliano.

Non mancate!

Maurizio Micheluz

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com