42° ENDUROPALE DU TOUQUET – Le Touquet Paris-plage (Francia)

5 Febbraio 2017

Inizia la stagione 2017 in maniera diversa del solito, con la partecipazione ad una classica gara sulle spiagge della Normandia, l'Enduropale du Touquet, la mititca gara su sabbia più dura al mondo. Per chi non lo sapesse, questa gara ideata nel lontano 1975 da Thierry Sabine, “l' inventore” della Dakar, con l'intento di creare un evento di massa per le moto, e devo dire che ci è riuscito in pieno, data la presenza di quasi 1200 moto sulla griglia di partenza e un pubblico che sfiora le 300.000 presenze!

La gara è molto semplice, una gara di 3 ore in un tracciato di circa 12km sulla spiaggia. Partenza suddivisa in due gruppi di 600 piloti, tra i quali nel primo gruppo i 40 prioritari denominati con il “pettorale giallo”, che di diritto partono in prima fila.

La decisione di partecipare a questa gara era nata con l'intento di fare una buona preparazione sulla sabbia, in vista del primo appuntamento con il Campionato Italiano sulla spiaggia Lignano.

La gara di Maurizio è stata regolare e fortunatamente nessuna noia meccanica lo hanno portato a terminare con un più che dignitoso 24° posto assoluto.

Il commento di Maurizio sulla gara;

“Direi di essere soddisfatto per essere la mia prima esperienza al Touquet. Ho sempre guardato con rispetto e ammirazione questa gara epica, e il solo fatto di averla portata a termine è di per sé un traguardo. Trovarsi sulla griglia di partenza in mezzo a tutti quei piloti metteva i brividi. Essendo alla mia prima partecipazione non ero tra i prioritari, ma fortunatamente grazie al mio palmares sportivo sono riuscito ad avere un numero relativamente basso, il 272. La gara inizia già prima della partenza, quando dal parco chiuso il convoglio di piloti sfila sulla via principale della città fino a raggiungere la spiaggia. Vi lascio solo immaginare cosa può succedere. Fortunatamente fino all'ingresso in spiaggia due pick-up  dell'organizzazione limitano la velocità però vi assicuro che la gara inizia prima ancora dell'allineamento! Ad ogni modo sono riuscito a intrufolarmi fino alla seconda fila e almeno sono riuscito a partire dietro ai “buoni”. La mia gara è stata regolare e senza grossi intoppi, e la Husqvarna FE 501 si è comportata in maniera molto efficiente. Inutile spiegare che il tracciato si è scavato a dismisura con il passare dei piloti, si sono create delle buche mai nemmeno immaginate in vita mia. Credo una gara, o probabilmente LA gara più dura alla quale ho partecipato in vita mia. Mi sono preparato a fondo per due mesi in vista di questo appuntamento, ed ero incoraggiato dal livello di velocità e preparazione al quale sono arrivato, ma la difficoltà del Touquet non si può capire finché non si prova. Ed è per questo a fine gara ero un po' amareggiato per non esser arrivato tra i primi 20, ma analizzando bene la mia prestazione, come prima esperienza, con una moto da enduro standard e mia moglie Sandrina come unica assistente durante le soste per il rifornimento, posso ritenermi soddisfatto. Una delle difficoltà maggiori che ho constatato, oltre alle insidie del percorso, sono i continui sorpassi da effettuare, praticamente uno slalom tra i piloti più lenti, e credetemi, sono davvero tanti. Ma d'altronde il Touquet non sarebbe il Touquet senza di loro.  Sicuramente se avrò ancora la possibilità di tornarci, saprò come affrontare al meglio la sfida. Devo ringraziare tutti quelli che direttamente o indirettamente hanno contribuito alla riuscita di questa impresa.

Ora occhi puntati su Lignano il 25 e 26 Febbraio, e questa esperienza mi può aver fatto solo bene”

Segnatevi dunque questa data, l'ultimo week-end di Febbraio a Lignano per la prima gara di Campionato Italiano Enduro. Al sabato una classica gara di enduro, con una prova speciale nell' area del Luna park ed una sulla spiaggia tra Pineta e Sabbiadoro, mentre la domenica gara marathon di 2 ore sulla spiaggia.

A presto!

 

 

 

 

© ominide.com

© MAURIZIO MICHELUZ - official site - info@mauriziomicheluz.com